Insegnanti


silviaSilvia Marchesa-Rossi, ideatrice del metodo. Lo Zen-Stretching® è nato dallo studio del testo di Shizuto Masunaga “Zen Imagery Exercises” che ebbi occasione di leggere mentre frequentavo i corsi del Programma Ohashiatsu, nel 1988, quando ancora non era stato tradotto in italiano dalla versione inglese*. La lettura dapprima, e poi lo studio appassionato e approfondito del testo di Masunaga, che mi fu presentato in quell’occasione, fu un validissimo strumento per imparare a riconoscere nella pratica su di me, e poi anche nella pratica a coppie, la sensazione del percorso energetico, della sua condizione e delle modificazioni che in esso avvenivano applicando le tecniche imparate. Voglio precisare che questo lavoro venne successivamente consolidato e rafforzato dalla pratica del Qi Gong, che intrapresi sotto la guida del Prof. Li Xiao Ming a partire dal 1989 e che continuo tuttora, insieme al Reiki e allo Shiatsu. Oggi, per quanto mi riguarda, ritengo che la pratica dello Zen-Stretching, dello Shiatsu, del Qi Gong e del Reiki confluiscano tutte in un unico obbiettivo “…andare nella direzione dell’energia vitale e includerne ogni aspetto” (Masunaga). Da allora ho continuato a lavorare su di me utilizzando il sistema di esercizi di Masunaga e la conoscenza che ne è derivata mi ha spinta a consolidare un modo di impiegarli che non è direttamente riconducibile alla sola lettura del libro, ma nasce dall’esperienza di lavoro personale e in gruppo svolta nell’ambito dell’associazione Il Vaso di Pandora, che ho costituito nel 1994 proprio per portare avanti le varie pratiche di riequilibrio energetico. Il nome Zen-Stretching nacque quando alcune amiche, essendo al corrente del mio studio all’Ohashi Institute, mi chiesero se potevo insegnare loro qualche esercizio per imparare ad aver cura di sé. Mi sembrò naturale proporre gli esercizi di Masunaga e così nacque, nell’inverno del 1990, il primo gruppo di Zen-Stretching. Intanto avevo iniziato a tradurre dall’inglese testi sull’agopuntura e sullo shiatsu e mi sarebbe piaciuto tradurre anche il libro di Masunaga. Pensando a un possibile titolo per l’edizione italiana era comparso, in una conversazione, il nome “ Zen-Stretching ” e questo nome rimase per la mia attività, anche se non venne poi a concretizzarsi come traduzione, o come titolo del libro. Lo studio e poi l’insegnamento a contatto con Ohashi e con il Programma Ohashiatsu mi avevano intanto insegnato l’importanza di assumersi la responsabilità personale della propria pratica, o meglio della propria interpretazione di una pratica. Ecco perché, nel 1995, come associazione decidemmo di registrare il marchio Zen-Stretching, in modo che l’utilizzo di questo logo indicasse una precisa interpretazione ed elaborazione del lavoro ispirato dagli “Zen Imagery Exercises” di Masunaga. Da allora lavoro e studio sono continuati in tanti modi, con corsi settimanali e intensivi, lezioni individuali e di gruppo in vari luoghi d’Italia e all’estero. Desidero sottolineare lo spirito con cui viene offerto in generale l’insegnamento dello Zen-Stretching: una proposta di lettura e interpretazione del movimento in base a criteri che affondano le loro radici nelle pratiche di allenamento e nelle tecniche di guarigione orientali antichissime. Gli esperti riconosceranno in molti movimenti l’analogia con esercizi del Qi Gong o dello Yoga, seppure con opportuni adattamenti per assecondare la finalità specifica di questi esercizi rispetto ai percorsi energetici indicati da Masunaga. Chiunque voglia sperimentare questa forma di allenamento potrà farlo liberamente, senza che questo presupponga la conoscenza teorica che ne sta alla base. Occorre sicuramente una certa attenzione a sé, la voglia di imparare a utilizzare al meglio il proprio corpo e la delicatezza che suggerisce quando possiamo proseguire in una pratica o quando è meglio sostare per un poco e aspettare che si sviluppi una maggiore mobilità o sensibilità. L’augurio che mi rivolgo è di poter contribuire ad una ulteriore diffusione di questo sistema di esercizi, sia a partire dall’interpretazione specifica dell’associazione Il Vaso di Pandora, cioè lo Zen-Stretching®, sia dalle altre possibili elaborazioni personali. Da parte mia, posso testimoniare la validità di questi esercizi e il fatto che ancora oggi essi continuano ad insegnarmi molto, sia su di me che sugli altri con cui lavoro.


* Zen Imagery Exercises, by Shizuto Masunaga & Stephen Brown, ed. Japan Publications, Inc.; in italiano: Zen per immagini, di Shizuto Masunaga, ed. Mediterranee, Roma, prima edizione 1996.

 

barbaraHo conosciuto Barbara Anemone Aubry, prima come ottima allieva, nel suo percorso di studi di Ohashiatsu®, e poi come abile organizzatrice e insegnante appassionata, molto dedicata al suo lavoro e capace di infondere nelle sue iniziative l’entusiasmo che cattura séguito e partecipazione da parte del suo pubblico. Non potevo che essere soddisfatta e lusingata della sua intenzione di formarsi come Facilitatore di Zen-Stretching® e, al termine del percorso, intraprendere l’attività di organizzatrice e insegnante dei corsi che tiene a Parigi dal 2012.

Link al sito francese: Artdutoucher

 

AlessandraBaggioliCollaboro con Alessandra Baggioli dall’inizio delle mie attività con il Vaso di Pandora e ho quindi avuto modo di apprezzarne le grandi doti, prima come allieva dell’Istituto Ohashi e in seguito come Assistente, Insegnante e organizzatrice riconosciuta e seguita durante gli anni in cui abbiamo gestito il Centro Ohashiatsu® a Milano. La collaborazione con lei nel Programma di Formazione come Operatore Shiatsu e Facilitatore di Zen-Stretching® è la naturale continuazione di questo processo di crescita in parallelo. Le sue competenze in massaggio classico, ayurvedico e linfodrenaggio, oltre allo Shiatsu, integrano molto opportunamente il patrimonio di conoscenza e pratica proposto nella Formazione.

 

Roberto SpallazzoMonica Pe Ho conosciuto Monica come allieva nei corsi del Centro Ohashiatsu Milano, dove ha conseguito brillantemente l’attestato come operatore Shiatsu nel 2013. Durante la sua preparazione ha avuto modo di apprezzare la pratica dello Zen-Stretching®, in cui ha dimostrato di possedere ottime doti di movimento e sensibilità. Sono quindi molto contenta di confermare, al termine della sua formazione come Facilitatore di Zen-Stretching®, la sua abilitazione a insegnare corsi di base.